Programma Freddo di supermercato

Sostituzione anticipata di impianti HFC in supermercati

Secondo l’Ordinanza sulla riduzione dei rischi inerenti ai prodotti chimici (ORRPChim), alla fine del loro ciclo di vita gli impianti con potenza superiore al limite prescritto devono essere sostituiti con un’alternativa rispettosa del clima.


Sostituite anticipatamente il vostro impianto HFC con un impianto a refrigerante naturale e beneficerete dei nostri sussidi!


I vostri vantaggi:

  • I costi d’esercizio del nuovo impianto sono meno elevati
  • Rispondete alle elevate esigenze dei clienti nel commercio al dettaglio sensibili nei confronti delle problematiche del clima
  • Il nuovo impianto soddisfa già oggi le condizioni di protezione del clima di domani
  • Il nuovo impianto è meno soggetto a guasti

 

Le domande devono essere inoltrate prima della decisione di messa in opera.

Dalla domanda al versamento

Ecco i passi da seguire, dalla domanda fino al versamento del sussidio:


  1. Determinare il sussidio atteso con il calcolatore

  2. Iscrizione e login nella gestione di progetto

  3. Inoltrare una domanda

  4. Accertamento del funzionamento dell’impianto esistente da parte di uno specialista del freddo

  5. Caricare i documenti di prova nella gestione di progetto

  6. Verifica della domanda da parte della Fondazione ed emissione del contratto

  7. Realizzazione e messa in esercizio

  8. Caricare nella gestione di progetto i documenti di prova sulla realizzazione

  9. La Fondazione KliK verifica che siano osservate le condizioni di partecipazione

  10. Fattura e versamento del sussidio


Condizioni di partecipazione

Condizioni di partecipazione per la sostituzione anticipata di impianti HFC.


Per partecipare al programma devono essere soddisfatte tutte le seguenti condizioni:

Impianto esistente:


  • Refrigerante HFC (vedi: Refrigeranti dannosi per il clima)
  • Messa in esercizio: da non oltre 20 anni (o 30 anni se è stato sostituito un compressore)
  • Conferma di funzionamento: esercizio possibile per altri 5 anni
  • Corretta messa fuori esercizio a cura di uno specialista


Impianto sostitutivo:

  • Funzionante con refrigeranti rispettosi del clima (vedi: Refrigeranti incentivati)
  • Partecipazione volontaria: una sostituzione non è richiesta per legge e non è impellente per ragioni operative
  • Redditività: senza il sussidio della Fondazione KliK il piano non sarebbe redditizio nonostante il risparmio di elettricità
  • Offerta con garanzia di prestazione per impianti del freddo


Indicazioni generali:

  • La domanda di partecipazione deve pervenire prima della decisione definitiva di messa in opera dell’impianto. (vedi: Decisione di messa in opera).
  • Le riduzioni di emissioni conseguite sono trasferite agli organizzatori del programma; non possono essere fatte valere altrimenti (p. es. ETS)
  • L’inoltro di una domanda non garantisce ancora il versamento di sussidio da parte della Fondazione KliK.
  • Dopo la messa in esercizio dell’impianto sostitutivo occorre inoltrare alla Fondazione KliK i documenti di prova richiesti. Il versamento viene effettuato solo dopo l’esito positivo della verifica di una realizzazione conforme alla domanda.
  • Sono tenute in considerazione solo le domande complete inoltrate con tutti i documenti di prova richiesti.


Refrigeranti dannosi per il clima

R23,

R125,

R134a,

R404A,

R407A,

R407C,

R407F,

R410A,

R413A,

R417A,

R422D (Isceon 29),

R422A (Isceon 79),

R507,

R507A.

Refrigeranti incentivati

refrigeranti naturali,

p. es.


CO₂ (R744),

NH3 (R717),

propano (R290),

isobutano (R600a),


o refrigeranti sintetici

con potenziale di

riscaldamento globale GWP < 10,

p. es. refrigerante HFO

Decisione di messa in opera

Data di sottoscrizione del primo impegno finanziario determinante per il progetto: data di

Documenti di prova

Documenti di prova richiesti


Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti di prova:


Impianto esistente:

  • Classificazione del tipo di impianto
  • Foto
  • Piano d’ubicazione
  • Conferma di funzionamento secondo le «Istruzioni per la valutazione dello stato dell’impianto»
  • Prova di: anno di costruzione, refrigerante, quantità di riempimento, potenza frigorifera dell’impianto:

  1. foto della targhetta con i rispettivi dati o
  2. copie tratte dal registro di manutenzione o
  3. copia della notifica all’Ufficio svizzero di notifica (SMKW) o
  4. copie di altri documenti dell’impianto


Dopo la messa in esercizio occorre inoltrare i seguenti documenti di prova:


Impianto esistente:

  • Prova di messa fuori esercizio
  • Consumo elettrico


Impianto sostitutivo:

  • Documentazione di progetto
  • Offerta impianto sostitutivo
  • Garanzia di prestazione
  • Piano d’ubicazione
  • Foto
  • Verbale di messa in esercizio
  • Conteggio dei costi di costruzione
  • Consumo elettrico


Le istruzioni contengono una descrizione dettagliata dei documenti di prova necessari.